Seconda metà della vita e psicoterapia

"La fase di transizione alla seconda metà della vita è un momento critico dell'esistenza dell'uomo. E ad essa l'uomo è normalmente impreparato, sì che ne rimane sorpreso, può esserne sconvolto, può finirne schiacciato o arrivare a perdersi, a smarrire il filo unitario della propria vita. Occorre dunque riconoscere i sintomi e nominare i disagi che caratterizzano tale momento esistenziale per poterlo affrontare e attraversare. Così esso potrà rivelarsi non solo come oscurità, ma anche come luce; non solo come minaccia e pericolo ma anche come opportunità di crescita e di maturazione. L'idea di fondo (…) è che la crisi dell'età di mezzo segna l'irrompere della morte nella vita di un uomo: conoscerne i sintomi e individuare le reazioni che può suscitare aiuta a viverla positivamente come passaggio a una fase più matura dell’esistenza” 

da Luciano Manicardi, La crisi dell'età di mezzo, EDB 2015



© LSC 2015 - Cell. 346-6675199 - psicologo, psicoterapeuta e psicoanalista con studio a Lodi e a Milano - Partita IVA 13081590153